martedì 25 ottobre 2011

Storia di una Pasta Madre

Qualche anno fa, la sorella di M. ci diede la macchina per fare il pane che lei non usava, e non ricordo se già allora avevo cominciato a cimentarmi nei tentativi di avere una Pasta Madre (nel prosieguo PM). Fatto stà che avrò fatto decine di tentativi, e ne ho buttato di pane non cresciuto, infine mi arresi  e per un pò di tempo abbiamo mangiato solo pane con lievito di birra (che non è sto gran bene per l'intestino).
Poi trovai la PM in lievito secco, e ho provato diverse marche, infine ho trovato quella che m'ha dato soddisfazione, da lì all'idea di utilizzare un pezzo di impasto per iniziare la "mia" PM, il passo è stato breve
... io dico di aver fatto ricorso all'inseminazione artificiale ...
e dopo un pò di rinfreschi a settembre dell'anno scorso ho ottenuto una signora PM.
Ormai con lei ho fatto vari esperimenti, pandolci, focacce, pizze, pane al forno e pane cotto con la macchina del pane, il segreto stà nella lavorazione e nella giusta lievitazione, ma anche lì ogni tanto capitano degli inconvenienti, poi su Veganblog ho letto di un trucco che usavano le nostre nonne, prendere un pezzo d'impasto e metterlo in un bicchiere pieno d'acqua, quando l'impasto galleggia si può infornare il pane.
La mia piccola, ha già iniziato a moltiplicarsi in altri luoghi, un pezzetto è a Marcon, e un'altro pezzetto a Trecenta, e so che viene curata con amore.
Negli ultimi tempi però non son riuscita a dedicarle la dovuta attenzione, e a panificare ogni settimana, quindi ieri e oggi domenica che ero a casa, l'ho rinfrescata e nutrita con dello zucchero (perché era un pò mogia), poi lasciata tutta notte in forno spento, coperta con della pellicola per evitare che si seccasse

e stamane ieri mattina una parte l'ho rimessa al fresco, l'altra l'ho usata per farci delle trecce dolci.


Mi piace impastare, e se avessi il tempo lo farei anche più volte durante la settimana, ma quando stai fuori casa circa 10 ore, non è possibile.

3 commenti:

  1. Ciao bella faccia provero' visto che avro0 del tempo ancora da stare a casa. Ieri ho ritirato le radiografie ed e' saltato fuori che ho lo sperone a tutti e due i piedi,l'iter e': onde d'urto (che a detta dell'ortopedico)fanno male e se non risolvo l'intervento.Non ti nascondo che la cosa mi preoccupa perche' ho letto che queste onde possono far sanguinare i piedi visto che vanno a bombardare degli ultrasuoni molto forti sul tallone e che potrebbero danneggiare i tendini, come si suol dire "la cura fa' piu' danni del male stesso". Comunque prima di decidermi andro' da un ortopedico che conosce Dany e chiedero' maggiori informazioni.Ciao ciao ci sentiamo presto.

    RispondiElimina
  2. Io e mio marito (più lui a dire il vero) abbiamo provato un paio di volte a fare la pasta madre, ma sempre senza risultati. Una volta faceva una puzza terribile! Però prima o poi voglio riprovare, magari seguendo un'altra ricetta, oppure come te facendomi aiutare dalla fecondazione assistita ;-)

    RispondiElimina

Benvenuta/o
commenti, confidenze o pensieri sono ben accetti sempre che non siano offensivi o volgari.