mercoledì 6 giugno 2012

Per la serie insalate: Tabulè di miglio

Dal 1° giugno è finita la pacchia, son tornata a lavoro a tempo pieno, anche se sarà per un breve periodo, la cosa più antipatica è che mi manca il tempo (e la voglia) di pensare al cibo, infatti ieri sera, complice l'assenza di M. ho cenato con un piatto pieno di albicocche, anche se avevo cotto il miglio non avevo idea di come condirlo.
L'ho condito stamattina come un tabulè, pomodorini, limone, sale ed olio, poi stasera ho preso qualche foglia di basilico e la cena era pronta. Ditemi voi se non sembra cous cous.

Il miglio è uno di quei cereali dimenticati dai più, è energizzante, alcalinizzante ed è ricco di sostanze minerali. Essendo privo di glutine è adatto ai celiaci, è facilmente digeribile e aiuta a rafforzare capelli ed unghie, come tutti i cereali può essere usato sia per piatti salati che dolci, se non l'avete ancora provato fatelo, ma seguite bene le istruzioni per la sua cottura, io c'ho messo un pò di tempo per capire dove sbagliavo.
La cottura base del miglio consiste nel tostarlo in una pentola asciutta finché comincia a cambiare colore (occorrono almeno cinque minuti). Aggiungete l’acqua fredda; la quantità deve essere di poco meno di 3 parti d’acqua per una parte di miglio (in volume). Portate a bollore e lasciate cuocere poi a fuoco basso per circa 17 minuti. Lasciate riposare a pentola coperta 5 minuti. I tempi possono variare a seconda della varietà di miglio.
(istruzioni prese dal sito dedicato alla dott.sa Kusmine) Ovviamente si può usare del brodo vegetale al posto dell'acqua, dipende da cosa ci vogliamo fare. Quindi riepilogando, gli ingredienti sono i seguenti:
  • 60 - 70 g di miglio (a testa)
  • acqua (3 volte il volume del miglio)
  • 10 pomodorini (a testa)
  • olio evo q.b.
  • succo di limone q.b.
  • sale q.b.
  • basilico fresco q.b.
Buon appetito ^____^

6 commenti:

  1. ecco il miglio, tra i cereali è quello che preferisco d'estate! versatile e veloce da preparare. pure io lo tosto prima, poi aggiungo brodo o acqua. ottimo anche cn un filo d'olio.
    La pigrizia s'è impadronita pure di me...come avrai visto di ricette non ne sto postando. Sciopero!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao cara, io col miglio non ho alcuna esperienza, verrà il momento di provare ma ancora non sono attirata.
    Mi segno la ricetta, non si sa mai che diventi preziosa inaspettatamente!
    Notte :)
    Sissa

    RispondiElimina
  3. Mangiamo spesso il miglio, ma non conoscevo questo tipo di cottura; prezioso consiglio, grazie!!

    RispondiElimina
  4. ciao, io adoro il miglio :-)

    RispondiElimina
  5. @Elena, ogni tanto bisogna abbandonarsi alla pigrizia, è vitale :)
    @Sissa, arriverà il momento quando meno te lo aspetti, conserva la ricetta ;)
    @Sara, prima lo lessavo ma restava sempre qualche chicco duro, in questo modo invece no. Ah! ed una volta tostato lo puoi anche macinare (macinacaffè elettrico) e ricavare la farina per farci creme e dolci. :)
    @Marta, bene è buono e salutare, ciao a te ;)

    RispondiElimina
  6. buono, colorato e ... chissà che profumo! Peccato per il lavoro ... per me con la fine della scuola della figlia, ora è come se fossi in vacanza ;-D

    RispondiElimina

Benvenuta/o
commenti, confidenze o pensieri sono ben accetti sempre che non siano offensivi o volgari.