giovedì 2 ottobre 2008

Crostata povera alla san Martino

Dosi per 4 persone:
  • 220 g di farina
  • 8 g di lievito di birra
  • semi di coriandolo
  • 200 g di ceci lessati (e un po’ della loro acqua)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3 uova
  • olio evo
  • sale
  1. Disporre la farina a fontana su una spianatoia, unire il lievito sciolto in 1/2 bicchiere di acqua tiepida, aggiungere un pizzico di sale e una manciata abbondante di semi di coriandolo.
  2. Impastate fino a formare un impasto morbido e compatto, lasciarlo lievitare per 1 ora al caldo.
  3. Nel frattempo, tritate l’aglio e insieme al rosmarino rosolatelo, aggiungere i ceci e cuocerli a fuoco dolce per 15’, se necessario aggiungete un po’ della loro acqua, salate.
  4. Lasciateli intiepidire ed aggiungete le uova battute con una pizzico di sale, mescolate bene il tutto.
  5. Stendete i 4/5 dell’impasto e ponetelo in una teglia leggermente unta, lasciando un bordo di circa 1,5 cm, versate il composto di ceci e uova, dal rimanente impasto ricavate delle striscioline che disporrete a mò di crostata.
  6. Bagnare con poche gocce d’olio, cuocere in forno caldo a 190 °C per almeno 30’, servite sia caldo che tiepido.
Tengo a precisare che la ricetta l'ho presa da un libro di cucina, ma l'ho variata un pò, perchè nell'originale c'era anche latte e formaggio grattugiato.
Per gli amici vegani (che non sono gli abitanti di Vega, sia chiaro!) credo che le uova vengano sostituite con una pastella di ceci, ma a questo punto è quasi inutile aggiungere le uova, infatti io ne ho messa una sola nel ripieno, ed ha tenuto egregiamente.

6 commenti:

  1. L'aglio è fondamentale?
    Te lo chiedo perchè a me non piace. :/

    RispondiElimina
  2. @n.d., ti dirò che quando c'è un ingrediente che non mi piace, io non lo metto. Certo che con i ceci, la cipolla non c'è la vedo. Ma alla fine, puoi usare anche il rosmarino da solo, il sapore predominante è quello dei ceci :-)

    RispondiElimina
  3. Sempre stuzzicose le visite dalle tue parti, peccato che io vivo da solo e devo sempre adattarmi, ma quando posso cucino :-)))

    RispondiElimina
  4. AC, io anche quando ero da sola mi divertivo in cucina :)

    RispondiElimina
  5. Una crostata salata è curiosa con i ceci, me la farò preparare, io prediligo la cucina semplice, fatta con ingredienti comuni e questa si sposa perfettamente

    RispondiElimina
  6. ma che intrigante ricetta buon fine settimana

    RispondiElimina

Benvenuta/o
commenti, confidenze o pensieri sono ben accetti sempre che non siano offensivi o volgari.