venerdì 15 marzo 2013

Raviolini salati ai piselli

Li ho realizzati in occasione dello scambio dei semi della scorsa settimana, prendendo spunto da una ricetta dello chef Capano (rif a questo libro) cambiando, come al solito, sulla base degli ingredienti che ho a disposizione in casa, l'idea poi di fare dei raviolini, per realizzare del fingerfood, utilizzando (finalmente) l'apposito attrezzo (che è in 4 misure, questa era la più piccola) mi piaceva da matti, e penso che per un aperitivo sia ideale.
A me son piaciuti molto (ma io posso essere di parte) così non lo sono i bambini, e alla bimba "grande" di Daria son piaciuti, ... meglio che passi alla ricetta e smetta di blaterare.


Ingredienti per il ripieno:
300 g di piselli (freschi o surgelati)
2 cipolle bianche
olio evo q.b.
timo limoncino
dragoncello
santoreggia
Ingredienti per la sfoglia:
200 g di farina integrale di g.t.
100 g di farina di segale
1/2 tazza di ricotta di soia (facoltativa)
1 cucchiaio di origano
sale q.b.
acqua q.b.

Miscelare le farine col sale e l'origano, unire un cucchiaio d'olio evo, la ricotta di soia (circa 100 g) ed amalgamare il tutto, man mano aggiungere l'acqua necessaria per ottenere un impasto morbido ed elastico. Formare una palla, coprire e mettere a riposare in frigo. Mondare ed affettare sottilmente le cipolle, farle rosolare in una larga padella con una miscela 50-50 di acqua ed olio, unire timo, dragoncello e santoreggia ed aspettare che si ammorbidiscano. Unire i piselli, regolare di sale e lasciar cuocere lentamente, se necessario aggiungere poca acqua alla volta. Quando i piselli saranno cotti, spegnere e far raffreddare, poi prelevare l'impasto dal frigo, e stenderlo poco alla volta, ricavare con l'apposito attrezzo dei dischi di pasta, riempirli e chiuderli. Deporli su una placca per infornare e far cuocere a 180 °C per 15 - 20 minuti. Servire tiepidi o caldi.


13 commenti:

  1. Fantastico il "coso-fairavioli", ce l'ho anche io e mi dà sempre grandi soddisfazioni, quando lo uso !
    Vedo che anche il tuo non é da meno... ;-)
    Baci, Ele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elettra, devi dire che l'ho comprato mesi fa e solo adesso sono riuscita ad inaugurarlo, è troppo figo! ;)

      Elimina
  2. Ecco il "coso-fairavioli" non ce l'ho però riusciremo ad arrangiarci con una bella tazza! :-) E per forza che Alice ha gradito tantissimo, vedi un po' che frolla fantastica con la farina di segale... ne ho giusto un po da macinare: li farò presto!spero che piacciano come i tuoi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son sicura di si, e anche io finché non l'ho trovato li facevo col bicchiere e sigillavo con la forchetta :)

      Elimina
  3. Adoro queste cose!
    Interessante la sfoglia con ricotta di soia.. rustica e particolare
    'notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cesca, si questa sfoglia m'è piaciuta molto, tanto più che con i ritagli ho ricavato dei crackers veramente gustosi ... ahimè ormai finiti :)

      Elimina
  4. Ciao Elena, che bella rinfrescata che hai dato, mi piace molto! ^_*

    RispondiElimina
  5. Proverò anche io a mettere la ricotta di soia nell'impasto con le farine integrali, grazie dell'idea Elena! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  6. @Ale, sento prepotente la primavera e voglia di rinnovamento :)
    @Grazia, è un'altra idea improvvisata ... e vincente ;)

    RispondiElimina
  7. Interessante questa ricetta...dovrò provarla.
    Stremamma

    RispondiElimina
  8. Grazie cara, in effetti sono proprio perfetti per Pasqua! Aggiungo subito!
    PS: in bocca al lupo per il resto, sono felice per te! ^_^

    RispondiElimina

Benvenuta/o
commenti, confidenze o pensieri sono ben accetti sempre che non siano offensivi o volgari.